Strambenanne della Buonanotte

 

tumblr_og19i2ztcv1qbx9g5o3_1280

Buona domenica mamme, nonne, donne, zie, amiche ma anche uomini che a vario titolo hanno addormentato o hanno cercato di addormentare bambini.

Avete presente quel momento in cui dovete assolutamente spegnerli e i loro occhi sono fari accesi nel buio della notte mentre voi siete la barca che tenta disperatamente di raggiungere il porto tranquillo? Ecco, in quei momenti molti bambini o quantomeno il mio vogliono una ninna nanna, una filastrocca, una canzoncina che adorano e che riesce a farli scivolare nell’oblio anche se capita che dobbiate cantarne un nutrito repertorio.

Nel mio caso di solito devo cantarne quattro o cinque e in un ordine preciso perché si sa i bambini sono abitudinari e quando una cosa gli piace vogliono farla allo sfinimento e sempre nello stesso modo. Così col tempo anche noi due abbiamo raffinato la scelta delle sue ninne nanne preferite che ormai io canto ad occhi chiusi come se mettessi il pilota automatico, mi manca solo la fessura per il gettone.

Di solito non faccio troppo caso a quello che canto ma ieri sera quando sono uscita dalla stanza dove finalmente lui russava dolcemente mi sono fatta una domanda, ma che razza di roba cantiamo a questi bambini??!!

Il mio nell’ordine vuole sentire prima la “Fiera dell’Est” nella versione di Branduardi, una specie di ecatombe nella quale un simpatico topolino viene sbranato da un gatto che a sua volta è morso da un cane comprato da un uomo che viene immotivatamente picchiato con un bastone e via così finché un malcapitato toro beve dell’acqua e poi viene macellato dal macellaio la cui anima a sua volta viene presa dall’angelo della morte e Amen.

Poi mi chiede “Acqua a catinelle” o perlomeno credo che questo sia il titolo, una fantasiosa canzoncina dove un tizio finisce in una notte piovosa a saltellare tra le tombe di un cimitero imbattendosi nel fantasma di una bionda zia morta che con tanto di scopa pulisce la propria bara    e prepara insalate con vermicelli freschi.

A seguire in diretta dallo zecchino d’oro la “Casa dei Matti” dove non si può entrare perché non c’è il pavimento, non si può dormire perché manca il tetto ne fare i propri bisogni perché non c’è alcun vasino di cui servirsi…

E per concludere in bellezza abbiamo la secolare “Ninna oh questo bimbo a chi lo do”.. dove l’uomo nero in persona arriva a portarsi via il pargoletto per un anno intero…

Insomma lui dorme beato  e io mi faccio qualche domanda..

E voi quale “Strambananna” cantate ai vostri piccini?

 

Annunci

2 pensieri su “Strambenanne della Buonanotte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...