Amiche di Passeggino

 

il_fullxfull-235529081Io le chiamo così. Perché io, sono un tipo “socievole”,  non faccio molta vita “sociale” ma, “socializzo”. Mi piace chiacchierare, con chiunque, avendone voglia potrei fare discorsi di una certa profondità, anche con le anatre del laghetto al parco, e non è escluso che lo faccia, magari a breve, sembrano molto attente quando io e Ruben portiamo i biscotti.

Ma detto questo, ecco, io non ho amiche di passeggino. Sarà perché ho fatto il corso preparto da studentessa distratta, perché lo facevo in una città, ho partorito in un’altra e dopo quattro mesi mi sono trasferita in un’altra ancora, sarà perché ho sempre girato tanto, ho lasciato persone speciali in tanti posti, mi ambiento alla velocità del muschio sulla roccia umida, mi espando come il gas inglobando ciò che mi circonda, ma, l’amicizia, quella, è tutt’altra lana da filare. Quando sono in giro sola, col mio passeggino, spesso le incontro, le vedo da lontano, e rallento.

Formazioni spontanee di mamme e passeggini, un po’ come i Cumulonembi prima che piova, si muovono in branco, coi passeggini schierati in formazione  Testuggine Romana e se non sei lesta a spostarti, tu che non appartieni al branco, sarai spazzata via.

Spesso  sono vestite in modo simile ( outfit casual informale-firmato) e i passeggini sono rigorosamente della stessa marca, chissà forse le consigliano al corso pre-parto. Hanno la stessa borsa di O-Bag e fagottino rosa o azzurro (figlio/a) da dondolare.

Qualche volta le ho viste al bar, quello grande, in centro, con lo spazio all’aperto, soprattutto la mattina, quando non piove. Allattano tutte assieme, sincronizzate, a vista (Prima che le talebane dell’allattamento  ad oltranza mi querelino, sono PRO e non CONTRO) e riescono a farlo mentre con l’altra mano, inforcano la tazza del cappuccino col latte di soia e il cacao biologico.

Si vede che non si conoscono da sempre, che sono quel tipo di sorellanze nate per la condivisione della stessa esigenza (parlare del colore delle feci) e per la familiarità con certi serissimi argomenti come la miglior marca di pannolini, il pediatra più in voga nel quartiere, il salone di bellezza con baby sitter a disposizione.

Io qualche volta, mi sento un po’ sola, lo ammetto, qualche volta vorrei avere qualcuno al di sopra dei due anni e al di sotto degli ottanta, con cui fare due chiacchere vere. Vorrei parlare del sole, della vita, dell’ultimo libro che ho letto, di quello che accade nel mondo, sicuramente non di quante volte ha defecato mio figlio o di quante ore dorme nel pisolino del pomeriggio.

Per questo alla fine, mi ci sono affezionata alla mia solitudine di vagabonda, per questo sono poche, pochissime, le persone che chiamo amiche, e quasi tutte vivono altrove. Ma io non lo so quale sia il passeggino più styloso al momento, non vado dal parrucchiere, e sebbene abbia amato allattare mio figlio dappertutto quando aveva fame, preferivo farlo nell’intimità del nostro abbraccio , magari seduti su una panchina sotto un bell’albero, senza partecipare all’expo della tetta per strada.

Ho sempre tantissime cose da dire, ma non saprei cosa dire se fossi invitata all’associazione alfa-omega delle amiche di passeggino.

Quindi penso che resterò così, sola con mio figlio, i suoi amichetti, i loro nonni e ovviamente, le anatre.

 

Ti è piaciuto quello che hai letto? Allora, condividilo sui social che frequenti, aiutami a fare saltellare il Bianconiglio in giro per il mondo!

little-rabbit

 

Annunci

4 pensieri su “Amiche di Passeggino

  1. marina

    Sorrido perché in molte riflessioni vedo me se fossi stata mamma. Mi ripetevo sempre “se mai sarà Dio non voglia che io mi ritrovi a parlare di pupu’ pannolini e poppate con altre”! E si…anche io avrei fatto del momento poppata una cosa fra me e lui (si lo immaginavo maschietto! 😊).

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  2. Stefania Castellani

    mi hai fatto tornare indietro nel tempo, anche io nel lontano 1983 da Firenze mi sono trasferita a Pontedera già questo è stato un discreto trauma. Il mio Matteo aveva 18 mesi e come te straniera in un piccolo paese dove tutti si conoscevano, ho avuto la tua stessa esperienza.
    Mi sono molto divertita a leggerti e a ricordare sensazioni e le riflessioni dell’epoca , vedrai che troverai le amicizie giuste per te e Ruben 🙂

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...